Ipnosi Olistica

Ipnosi e Spiritualità

Postato in Ipnosi Olistica

Ipnosi spirituale

Può l’ipnosi essere parte di un percorso spirituale? In che modo? Probabilmente per dare una risposta quanto più esauriente a questa domanda occorre innanzitutto intendersi su alcuni termini.
Se cammino o percorso rendono l’idea di un movimento in essere, di un divenire, il termine spirito (o spirituale) ci rimanda ad una realtà sottile dell’essere.


Il termine spirito infatti deriva dal latino spiritus e significa soffio vitale, anima, ma anche coraggio ed entusiasmo. Il termine diventa una parola chiave nella cultura occidentale dal momento che é scelto a rappresentare il greco pneuma, quindi, la parte più elevata ed immortale dell'uomo, in opposizione alla parte più materiale e grossolana.
Più in generale possiamo dire che il percorso spirituale é un cammino volto alla scoperta/riscoperta della dimensione più sottile e profonda dell'essere umano e della sua esistenza. Caratteristica di questo percorso é la direzione: si tratta di un percorso rivolto all’interno di se, che porta profondamente dentro se stessi piuttosto che fuori.
In questo senso si esplica probabilmente la maggior differenza tra il percorso religioso e quello spirituale. La religione cerca generalmente il contatto con una dimensione divina o un dio che é altrove da se, questo implica innanzitutto la necessità di un tramite tra noi e questa dimensione: una chiesa.
Riconoscendo a entrambe le strade un valore intrinseco qui ci concentreremo sul cammino spirituale.
Come si concilia l'ipnosi con questo tipo di ricerca interiore?
Scrive Perussia "La dimensione mistica e spiritualista del l'ipnosi precede di molto il lavoro di Mesmer. É sempre esistita nel passato, mentre negli ultimi secoli si é sviluppata come un fiume che scorre parallelo o sotterraneo rispetto all'ipnotismo "scientifico" di cui rappresenta il lato esoterico.... Si tratta di quella capacità attribuita alla suggestione di attivare delle competenze mentali particolari, le quali in via normale sarebbero sopite, ma che vengono riattivate e magari potenziate dall'ingresso nello stato di trance".
In questo senso non ci si discosta molto dalle tecniche meditative di matrice orientale. Gli stati meditativi portano la coscienza verso quella sottile linea che si trova tra il sonno e la veglia. L'analisi all'EEG dimostra infatti un'incremento delle onde theta sia negli Stati di meditazione profonda che in quelli di trance profonda.
Senza entrare in tecnicismi chiunque abbia sperimentato una trance profonda sa che in quello stato é possibile accedere ad un bagaglio di risorse vastissimo. Risorse per lo più sopite che genericamente vengono relegate al l'inconscio cioè ad una sfera non direttamente percepibile dalla mente cosciente.
Molto si é scritto sul l'inconscio che sostanzialmente rimane una dimensione sostanzialmente insondabile nella sua totalità.
Il modello dell’inconscio proposto dalla psicosintesi ed elaborato da Assagioli, é quello che maggiormente risuona con la visione del l'ipnosi olistica nella sua componente spirituale.

Il famoso modello ad uovo mette in evidenza infatti non solo quella parte di inconscio comunemente intesa e mutuata dalla più classica psicoanalisi di Freud (zona "spazzatura" ricettacolo di pulsioni, paure e contenuti rimossi dalla coscienza), ma contempla una funzione di inconscio superiore che è direttamente a contatto con una dimensione transpersonale. Questa è alla parte più elevata dell’inconscio, l’origine di tutti i nostri stati più felici, stati di grazia, intuizioni ed illuminazioni.
L’Ipnosi può essere un valido mezzo per accedere a queste dimensioni sottili, dimensioni che veicolano informazioni altamente etiche ed evolutive.
I vantaggi che produce una esperienza di questa natura sono molteplici:
Scoprendo dimensioni di questa natura, attraverso contatti esperienziali, si sperimenta di fatto la natura immortale dell'esistenza.
Questo porta al riconoscimento della parte più sottile e profonda di noi stessi: il famoso Sé.
Le conseguenze di questo sono molteplici, si va dall'abbattimento della paura di morte, alla presa di coscienza della connessione con questa dimensione profonda capace di veicolare informazioni in accordo con le leggi di Natura o Universali. Informazioni capaci di aumentare molto il percorso coscienzale o evolutivo.

Ultimi Articoli